Espressioni curiose e modi di dire

Standard

I modi di dire sono entrati a far parte del nostro vocabolario abituale ma spesso non sappiamo o non ci chiediamo da dove vengano alcune espressioni che usiamo quotidianamente.

Più curiosi di noi italiani sono spesso gli studenti stranieri che (per fortuna!) ci porgono domande alle quali non sempre siamo capaci di rispondere prontamente.

In questo articolo cercherò quindi di risolvere l’arcano mistero che ruota intorno a quattro espressioni tipiche italiane.

Perché si dice “fare il bucato”? bucato

Usiamo abitualmente questa espressione per descrivere l’azione di pulire i panni, cioè i vestiti e la biancheria, sia se utilizziamo una lavatrice sia se laviamo tutto a mano.

Perché diciamo allora il “bucato”? Verrebbe da pensare al verbo bucare, cioè fare un buco a qualcosa. In effetti, nonostante non si sia arrivati ad una conclusione certa, il “buco” di fatto c’entra.

Secondo una prima teoria, la parola “bucato” deriva dal verbo tedesco bauchen ovvero “lavare con la lisciva” (soluzione liquida, ottenuta dalla bollitura della cenere). Secondo altri, invece, da un sostantivo latino originariamente neutro plurale “bucata”.

bucato anticoLe due teorie concordano però nell’ affermare che per lavare i panni anticamente si utilizzava un recipiente con un buco. Secondo alcuni l’interno di un tronco d’albero scavato e “bucato” dall’erosione dell’acqua, secondo altri un mastello di legno, sul cui fondo c’era un buco chiuso da un tappo.

Dopo aver versato acqua bollente e cenere si lasciava scorrere l’acqua sporca attraverso il buco e si andava a risciacquare i panni con dell’acqua pulita.

Perché si dice “fare un brindisi”?

Con “fare un brindisi” indichiamo l’azione di alzare i calici prima di bere, augurando fortuna o festeggiando un avvenimento.

2067498819

La parola brindisi deriva dalla frase tedesca “bring dir’s” che letteralmente significa “lo porto a te”, intendendo “porto a te il bicchiere, bevo alla tua salute”.

Perché si dice “calma e gesso”?

image_gallery

Questa espressione viene utilizzata per invitare una persona a riflettere bene su una situazione, evitando di prendere decisioni affrettate.

Deriva dal gioco del biliardo. Infatti, quando un giocatore si ferma a riflettere prima di effettuare un tiro importante, di solito continua a strofinare la punta della stecca con il gesso in modo da aumentare l’attrito con la biglia e migliorare il controllo del tiro.

Perché si dice “fare il diavolo a quattro?

L’espressione fare il diavolo a quattro ha origini medievali.

Sembrerebbe che durante le rappresentazioni teatrali, il diavolo tentatore era uno dei personaggi più interpretati. Dal momento che doveva assumere sembianze diverse in brevissimo tempo, erano spesso necessari quattro attori che recitassero contemporaneamente.

Si generava pertanto, sul palco e dietro le quinte, una confusione tale da generare questo modo di dire che usiamo per descrivere il comportamento di una persona che, pur di conseguire il proprio obiettivo, cerca di fare di tutto in maniera energica e confusionaria.

Annunci

4 pensieri su “Espressioni curiose e modi di dire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...