Come si scrive in italiano il plurale delle parole straniere?

Standard

Come sappiamo la lingua italiana nel corso degli ultimi decenni si è andata ampliando e arricchendo di termini stranieri, in particolare inglesi.

Il dubbio riguarda, quindi, il modo in cui queste parole vanno scritte correttamente in italiano.

Fino al XIX secolo, i forestierismi venivano più o meno adattati alla nostra lingua. Ad esempio:

Acclimatarsi → Dall’inglese acclimatize

Tranquillizzare  →  Dall’inglese tranquillize

Eclatante → Dal francese éclatante

O i più recenti (soprattutto impiegati nel lessico informatico):

Formattare → Dall’inglese to format

Chattare → Dall’inglese to chat

Faxare → Dall’inglese to fax

Che succede invece con i prestiti integrali, ovvero con quelle parole che non vengono adattate e che sono entrate nella nostra lingua mantenendo la loro forma originaria?

Nella maggior parte dei casi, queste parole sono entrate a far parte della lingua italiana in forma scritta, spesso attraverso il linguaggio giornalistico. Per questo motivo la forma grafica predomina su quella sonora e, le parole straniere di questo tipo, in generale, rimangono invariate, in particolare quelle di origine inglese e francese: i film,  i bar, gli sport, i computer, le boutique, le brioche, gli chalet, le salopette.

Nelle parole di origine spagnola o portoghese la -s del plurale viene conservata se presente nella forma originale (i conquistadores, i desaparecidos, i vigilantes, le telenovelas…).

I vocaboli, di qualsiasi provenienza, entrati a far parte della mostra lingua da poco invece tendono a formare il plurale secondo le regole generali delle rispettive lingue d’origine. Ad esempi: il broker → i brokers; la chicane → le chiacanes; il Land → i Länder.

Come regola generale, i nomi stranieri impiegati in un testo scritto in italiano sono indeclinabili, e non hanno plurale. Mentre, si scrivono in forma plurale i nomi stranieri che sono stati adottati già al plurale in italiano.

Fonti: Accademia della Crusca; Pietro Trifone e Massimo Palermo, Grammatica italiana di base, Zanichelli; Roberto Lesina, Il nuovo manuale di stile, Zanichelli;
Annunci

2 pensieri su “Come si scrive in italiano il plurale delle parole straniere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...