Tutti i nomi della pasta italiana

Standard

La pasta italiana è famosa ed apprezzata in tutto il mondo. In media, in Italia, ne vengono prodotti più o meno 3.000.000 tonnellate all’anno e ogni italiano ne consuma circa 28 Kg a testa. Da sempre fa parte integrante della nostra cultura, non solo della nostra cucina.

Che sia di semola di grano duro, fresca o all’uovo, la pasta è un prodotto che ha fatto il giro del mondo.

Le origini della pasta sono molto antiche. Sembra che fosse già conosciuta ai tempi della Magna Grecia e nell’antica Cina.

Una delle testimonianze più antiche della presenza di questo alimento nel continente asiatico risale a circa 3800 anni fa. Questo tipo di pasta però, storicamente, viene considerato totalmente diverso da quello occidentale, dato che a quell’epoca i cinesi non conoscevano il frumento ed il grano, caratteristico delle produzioni italiane e mediterranee, e pare che utilizzassero dei metodi di lavorazione completamente diversi dai nostri.

Fatta questa premessa…Siete sicuri di conoscere i tipi di pasta più famosi? Vi siete mai chiesti perché si chiamano così?

Oggi cercherò di svelarvelo analizzando i formati più conosciuti!

 

spaghetti-507764_640

SPAGHETTI

Gli Spaghetti sono nati nel 1842 a Napoli e furono chiamati così perché sembravano piccoli pezzi di spago. Originariamente erano lunghi 50 cm, poi furono ridotti a 25 cm.

 

pasta-473807_640

 

TAGLIATELLE

Il loro nome deriva dal verbo tagliare. Sono infatti delle strisce sottili e piatte di pasta all’uovo, larghe circa 5 mm.

 

 

fettuccine

 

FETTUCCINE

Simili alle tagliatelle, prendono il nome dal sostantivo “fettuccia” che indica una striscia sottile di tessuto. Sono larghe circa 7 mm.

 

vermicelli

 

VERMICELLI

Anticamente venivano preparati a mano ed erano molto più corti di quelli attuali. Il loro aspetto ricordava quello di un verme.

 

penne

 

PENNE

La loro forma è simile a quella di una penna per scrivere.

 

 

rigatoni.JPG

 

RIGATONI

Prendono il nome dalle grosse righe che li decorano e che sono state create per assorbire più sugo possibile.

 

fusilli

FUSILLI

Dal nome “fuso”, ovvero lo strumento di legno che veniva usato per la filatura.

Quando la pasta veniva fatta a mano, si creava per prima uno spaghetto, poi si arrotolava attorno ad un ferro da calza e, infine, veniva allungato.

 

capellini

 

CAPELLINI

Fili di pasta sottili come capelli, da cui prendono il nome.

 

 

bucatini

 

BUCATINI

Si chiamano così perché sono come dei grossi spaghetti bucati al centro.

 

farfalle

 

FARFALLE

Ricalcano la forma di una farfalla.

 

 

chitarre

SPAGHETTI ALLA CHITARRA o Tonnarelli o Chitarrine

In Abruzzo la pasta è tagliata con uno speciale macchinario, chiamato chitarra. È formato da un telaio in legno, sul quale sono tesi moltissimi fili sottili di acciaio. Il suo aspetto è simile a quello dello strumento musicale.

 

 

lasagneLASAGNE

Il termine lasagna deriva dalla parola latina “lagana” che serviva per indicare delle strisce di pasta cotte nell’olio.

 

 

reginette

 

REGINETTE o PASTA MARGHERITA

Dedicate alle regina Margherita di Savoia, hanno una forma piatta al centro e orlata nel bordo, come se fosse una corona.

 

pappardelle

 

PAPPARDELLE

“Pappare” in italiano significa “mangiare con avidità”. Il nome di questa pasta deriva probabilmente dal verbo o dall’espressione infantile “pappa”, che i bambini usano quando ancora non sono capaci di dire “pasta”.

 

cannelloni

 

CANNELLONI

La forma riprende quella del “cannello”, oggetto a forma di tubo, integrato in vari strumenti di lavoro.

 

 

zitiZITI

Sono detti così, perché una volta erano serviti durante i pranzi di nozze delle donne che uscivano dal ruolo di “zitelle”. Nell’italiano meridionale la voce “zitella” significa “donna non sposata” mentre “zita”, “fidanzata, sposa”.

 

conchiglie

 

CONCHIGLIE

La forma è come quella delle conchiglie che si trovano a mare.

 

 

orecchiette

 

ORECCHIETTE

Le orecchiette (pasta tipica della Puglia) si preparano tagliando la pasta in piccoli pezzi e schiacciandola con il dito. La forma che si ottiene ricorda quella delle orecchie.

 

strozzapretiSTROZZAPRETI

L’origine del nome non è certa. Una delle leggende dice che le donne romagnole preparavano questo tipo di pasta per offrirla al prete del paese. I mariti, nel frattempo, essendo un po’ meno religiosi, auguravano al prete di “strozzarsi”.

Secondo un’altra teoria, la forma di questo tipo di pasta è simile ad un laccio per le scarpe che veniva usato proprio per strozzare i preti ai tempi dello stato pontificio.

 

ditali

 

DITALI

Prende il nome dal cappuccio di metallo che si mette sul dito medio per evitare di pungersi quando si cuce.

 

 

tortelliniTORTELLINI

Il termine deriva dal diminutivo di tortello, che a sua volta deriva dalla parola “torta”.

 

 

ravioliRAVIOLI

Nome di origini incerte. Forse deriva dalla voce genovese ravièu “merlo” o forse dal latino medievale “rabiola” = “piccola rapa”.

Secondo una terza ipotesi la voce sarebbe una variante di “robiola”, termine usato nell’Italia del nord con il significato di “formaggio di capra”.

 

gnocchiGNOCCHI

Il nome viene dal veneto “gnòco” che significa “rilievo, protuberanza”. Gli gnocchi hanno infatti una forma rotondeggiante ed è un tipo di pasta creato a partire da un impasto di farina, uova e patate.

 

Conoscevate tutti questi tipi di pasta?

Qual è la vostra ricetta preferita?

 

Fonti:Vocabolario etimologico della pasta italiana di Franco Mosino; wikipedia.it; barilla.it;
Annunci

7 pensieri su “Tutti i nomi della pasta italiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...