Le abitudini alimentari degli italiani

Standard

Ciao a tutti!

Oggi vi voglio parlare delle abitudini alimentari degli italiani, delle regole per cucinare come un vero italiano e delle cose che non facciamo mai, sia quando cuciniamo, sia quando mangiamo.

Come saprete, la cucina è per noi italiani una parte importantissima della nostra vita e della nostra tradizione

Agli italiani piace molto mangiare in compagnia: sia con la famiglia che con gli amici. Inoltre, quando si vive con i genitori, è considerata una grandissima mancanza di rispetto non cenare tutti insieme seduti intorno al tavolo o non avvisare in tempo se si prevede di rimanere a mangiare fuori con gli amici (le mamme italiane potrebbero arrabbiarsi moltissimo! 🙂 )

Quando si decide di mangiare fuori casa, come per esempio accade di solito il sabato sera con gli amici, in Italia esistono diverse opzioni tra cui scegliere:

  • Il ristorante: offre normalmente cibo e vino di buona qualità ed è il posto indicato ristorante.jpgper mangiare soprattutto carne, pesce, risotti e piatti più o meno elaborati.

 

  • La trattoria: un concetto “made in Italy“, la trattoria è come un ristorante, a volte a conduzione familiare, che propone un tipo di cucina meno sofisticata e più tradizionale. La trattoria è arredata in modo meno elegante e più casereccio, accogliente e anche i prezzi sono leggermente più bassi rispetto al ristorante classico.

 

  • L’osteria: luogo ancora più familiare e informale dove è possibile mangiare molto bene a prezzi contenuti.

 

  • La pizzeria: il posto ideale per una serata informale tra amici per gustare una deliziosa pizza accompagnata da una buona birra.

 

tovaglia

 

P.S. Non è vero che in tutte le trattorie o osterie italiane c’è la tovaglia rossa a quadretti!!! 🙂

 

 

 


Il menù

Il menù che potete trovare in qualsiasi ristorante o trattoria italiana comprende diverse portate.

I pasti vengono divisi in antipasti, primi, secondi, contorni e dessert.

Esiste una grande differenza tra ognuno di loro.background-1206941_640

I primi sono costituiti solo da pasta o risotti (per esempio: spaghetti al sugo, lasagne, pasta alla carbonara, risotto alla milanese, tortellini, ravioli, tagliatelle ecc.).

I secondi sono piatti a basse di carne o di pesce. Si può scegliere se accompagnarli con un contorno, normalmente di verdure. I contorni servono solo per accompagnare un piatto principale come un secondo e, infatti, la quantità della porzione è abbastanza ridotta.

Infine, si può prendere un dessert.

attenzione Attenzione: la frutta non sempre è inclusa tra i dessert, a volte va a parte.

Il dolce può essere una fetta di torta, una porzione di tiramisù, un gelato ecc. ma mai e poi mai troverete lo yogurt come dessert!!

Lo yogurt, infatti, noi italiani lo mangiamo come spuntino di metà mattina o merenda di metà pomeriggio o a colazione.


 

Nonostante la nostra cucina sia conosciuta nel mondo soprattutto per la pasta e la pizza, la nostra dieta quotidiana si basa su un’alimentazione molto variata, che comprende anche legumi, verdura, frutta, carne, pesce ecc.

Ogni regione ha poi i suoi piatti tipici e quindi il numero di ricette è davvero infinito!

I pasti

In Italia i pasti sono fondamentalmente tre: colazione, pranzo e cena.

breakfast-1224505_640La colazione italiana è abbastanza semplice e consiste di solito in una bevanda calda come caffè, latte o tè e qualcosa di dolce come biscotti, cereali o il classico pane burro e marmellata.

 

cornetto

Se la colazione si fa al bar, è tipico prendere un cappuccino o un caffè espresso con un cornetto ripieno di marmellata o crema gialla o cioccolato (più spesso Nutella!).
attenzione Attenzione: il cappuccino, a differenza di come si crede all’estero, noi italiani lo prendiamo solo a colazione e comunque mai e poi mai dopo mezzogiorno o durante un pasto principale come il pranzo o la cena!

 

Per saperne di più, qui troverai tutti i modi per bere il caffè in Italia.

L’ora del pranzo va di solito dalle 13.00 alle 14.00.

Normalmente, se si pranza in casa, si mangia un bel piatto di pasta con un condimento semplice come salsa di pomodoro, per esempio. Poi si passa direttamente alla frutta e molte persone si concedono anche un buon caffè prima di ritornare a lavoro.

Il pranzo tradizionale della domenica o delle feste, invece, comprende un primo piatto (pasta o riso) e un secondo di carne, o pesce con un contorno di verdura. Poi, per concludere frutta, dolce e caffè (rigorosamente espresso!).

La cena è uno dei momenti più importanti nella vita degli italiani. È il momento in cui tutta la famiglia può riunirsi intorno al tavolo per mangiare insieme dopo una lunga giornata di lavoro. A cena si mangiano in genere alimenti leggeri come zuppe, insalate, formaggi, uova, carne o pesce e verdura.

attenzione Attenzione: un italiano non mangia mai e poi mai in uno stesso pasto carni di diverso tipo (per esempio pollo con manzo o tacchino con maiale) o mischia piatti a base di carne con piatti a base di pesce!


 

Il pane

Il pane è alla base delle dieta mediterranea ed è uno degli alimenti che più si consumano in Italia.
Noi italiani abbiamo una grande tradizione nell’elaborazione di pane fresco. I panifici vendono ogni giorno pane appena sfornato e per questo preferiamo comprarlo direttamente dal forno che al supermercato dove di solito è prodotto industrialmente e congelato.

panificio.JPG

Il pane, a seconda della forma, ha nomi diversi e varia da regione a regione.

attenzione Attenzione: mai e poi mai un italiano mangia il pane insieme alla pasta!

La pasta è un piatto complesso già completo per cui per noi mangiare pane e pasta insieme non ha alcun senso!


 

Altra caratteristica sul modo di mangiare degli italiani è che noi non abbiamo l’abitudine di mettere un piatto grande al centro della tavola da cui tutti possono servirsi. Ognuno di noi ha un piatto (o due o tre!) ognuno di loro destinato ad ogni diversa portata.

Ci sarà un piatto fondo per pasta, risotto o zuppa; un piatto piano per il secondo, un piattino per il contorno e un piattino per il dolce o la frutta.

attenzione Attenzione: Mai e poi mai un italiano mangerà poggiando le stoviglie direttamente sul tavolo senza mettere una tovaglia!


pizza-296036_640

La pizza

La pizza è l’alimento italiano per eccellenza. Ne esistono tantissimi gusti ma i più classici sono:

 

 

Margherita (pomodoro, basilico e mozzarella): Fu creata da un pizzaiolo napoletano in onore della regina Margherita di Savoia.

Romana (pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto)

Capricciosa (pomodoro, mozzarella, prosciutto cotto, carciofi e funghi)

Quattro gusti o quattro stagioni (pomodoro, mozzarella, prosciutto, funghi o carciofi, wurstel)

Diavola (pomodoro, mozzarella saleme piccante)

Oltre a queste ne esistono centinaia di gusti diversi e, anche se queste sono le più “classiche”, ogni pizzaiolo può decidere di modificare la ricetta originale e proporre la sua personale variante.

Ogni persona mangia una pizza intera o per lo meno la pizza è individuale. A molti sembra impossibile finire una pizza intera ma vi assicuro che in realtà è un gioco da ragazzi! 🙂

attenzione Attenzione: Mai e poi mai in una vera pizza italiana troverete condimenti come pollo, uovo, salsa carbonara, salsa bolognese (da noi si chiama ragù!) o frutta di vario genere e tipo (eccetto, in casi rari, l’ananas).


 

La pasta

La pasta è uno degli alimenti principali nell’alimentazione degli italiani.

In questo articolo vi avevo già parlato dei tipi di pasta più famosi e vi avevo spiegato da dove vengono i nomi della pasta italiana.

Quando mangiamo gli spaghetti, noi italiani solitamente usiamo soltanto la forchetta eForchetta-spaghetti.gif siamo capaci di arrotolare gli spaghetti in modo perfetto intorno ad essa.

È vero però che non tutti sanno farlo e non è raro vedere qualcuno che si aiuta con un cucchiaio.

Ma se vuoi essere come un vero italiano allora non ti resta che iniziare ad esercitarti! 😛

attenzione Attenzione: La famosa pasta con le polpette in Italia non esiste! È un’invenzione puramente americana. Tra le ricette italiane le polpette esistono ma mai e poi mai un italiano le mangerebbe con la pasta!

Lilli e il Vagabondo

Un’altra cosa importante è come si cucina la pasta veramente!

Vivendo all’estero ho visto di tutto ma c’è solo un modo per cuocere la pasta correttamente!

  1. Riempire la pentola per 2/3 in modo che l’acqua non fuoriesca quando bolle.
  2. Coprire la pentola con il coperchio (così si riscalderà prima);
  3. Mettere la pentola sul fuoco e aspettare che inizi a bollire;
  4. Solo quando bolle aggiungere il sale e versare la pasta;
  5. Lasciare la pentola scoperta: la pasta si cucina senza coperchio;
  6. Girare frequentemente la pasta per evitare che si attacchi al fondo della pentola;
  7. Controllare il tempo di cottura indicato sulla confezione di pasta (ogni formato vuole il suo tempo!);
  8. Assaggiare per controllare la cottura e il sale. Se è troppo dura, o all’interno è bianca, deve cuocere ancora. Quando è cotta ma ancora un poco dura, è pronta. Questa è quella che si chiama pasta al dente.

attenzione Attenzione: Noi italiani pesiamo sempre la pasta prima di cucinarla, per assicurarci che sia una quantità ragionevole per ognuno dei commensali. E mai e poi mai la congeliamo per conservarla!

La pasta si mangia sul momento, o al massimo il giorno dopo.

Il mito diffuso all’estero (in Spagna in particolare) che per controllare se la pasta è pronta bisogna tirarla al muro e se rimane attaccata è pronta È ASSOLUTAMENTE FALSO!!! 😀

 

 

Annunci

5 pensieri su “Le abitudini alimentari degli italiani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...