5 luoghi strani e originali da visitare a Roma

Standard

Roma è senza dubbio una delle città più belle e affascinanti del mondo e potrebbe anche essere la destinazione ideale per frequentare un corso di italiano in Italia.

Se hai in programma di visitare Roma e vuoi scoprire quali sono i posti più originali della città, ecco una lista con le 5 cose strane e originali da fare nella capitale italiana.

1. Convertiti in un vero gladiatore

Ti piacerebbe vivere come un vero combattente dell’antica Roma per un giorno? Vorresti provare l’emozione di sentirti catapultato in un’altra epoca?

Allora iscriviti al corso “Gladiatore per un giorno” nella scuola dei gladiatori del Gruppo Storico Romano!

gladiatoreIl corso prevede una parte teorica, con lezioni sulla storia dei gladiatori, e una parte pratica in cui potrai addestrarti sui movimenti e le posizioni tipiche del combattimento.

Potrai scegliere tra diversi tipi di corsi o addirittura iscriverti a un corso intensivo di 2 mesi. Naturalmente, la tunica e i sandali sono inclusi!

2. Fotografa una piramide egizia

Che ci fa una piramide egizia nel centro storico della Città Eterna?

Ebbene, l’Impero Romano conquistò l’Egitto nell’anno 30 a.C e durante quel periodo furono costruiti molti monumenti ispirati alla cultura egiziana in tutta la città.

Tra di essi, anche due piramidi, anche se oggi ne è rimasta solo una: la Piramide di Caio Cestio.Roma-Piramide

Questo tipo di piramide è unico nel suo genere in Europa, ma purtroppo può essere visitato solo con un permesso speciale.

3. Visita il tempio dei gatti

Se sei un amante degli animali questo è il posto perfetto per te!

A Roma c’è un luogo dove potrai accarezzare e farti coccolare da un sacco di gatti randagi!

Gatto_Roma.jpg

Si tratta del “Largo di Torre Argentina“, una meraviglia archeologica scoperta nel 1929. All’interno di questo complesso, oltra a vari templi, si trova anche il famoso teatro di Pompei.

Sembra che più di 250 gatti vivano qui e tutti sono sotto la protezione di un’organizzazione volontaria.

Il santuario dei gatti della Torre argentina è aperto tutti i giorni dalle 12.00 alle 18.00.

4. Fatti insultare al ristorante

Cencio_la_ParolacciaLa tradizionale taverna romanaCencio La Parolaccia” è uno dei luoghi più assurdi in cui andare a mangiare. Qui i camerieri hanno l’obbligo di insultarvi in dialetto romano e anche i clienti possono rispondere con lo stesso tono.

È un luogo molto particolare, ideato per trascorrere una serata divertente. Nel corso degli anni è diventato uno dei ristoranti più famosi della città e in cui si mangia meglio.

Se vuoi andare, ricordati di prenotare perché è sempre pieno!

5. Fai una magia e diventa la persona più ricca del mondo

A Piazza Vittorio, al centro del giardino, si trova una struttura costruita dal marchese Palombara nel 1600: la Porta Magica, nota anche come Porta Alchemica.

Questa porta faceva parte di una vecchia casa di cui oggi non rimane quasi nulla, tranne la famosa “Porta”.

Porta_magica_roma.JPG

Si dice che su di essa sia inciso un messaggio in codice, non ancora rivelato, che spiegherebbe il segreto per convertire i metalli in oro.

Sembra che nessuno sia mai riuscito ancora a scoprire il significato di tutti quei simboli.

Vuoi provare tu a risolvere l’enigma?

Mettiti di fronte alla porta magica e comincia a analizzarla, magari sarai fortunato!

Annunci

Taormina: la meta ideale per una vacanza studio

Standard

L’estate è arrivata ed è tempo di viaggi!

Taormina cartina

Se ancora non avete deciso dove trascorrere le vostre vacanze, oggi vi consiglierò una meta davvero spettacolare: la bellissima città di Taormina.

In occasione dell’estate, potrebbe anche essere la destinazione ideale per realizzare una vacanza studio in Italia.

Ci avevate mai pensato?

Potreste approfittarne per imparare l’italiano e, contemporaneamente, vivere una fantastica esperienza in uno dei posti più suggestivi d’Italia!

Alla scoperta di Taormina…

Taormina è una città della provincia di Messina, al nord-est della Sicilia, situata su una collina a circa 200 metri di altezza sul livello del mare.

Ciò che la rende speciale è proprio la sua posizione, dato che sembra sospesa tra rocce e mare. Da tutta la città potrete godere di panorami mozzafiato come questo:

Taormina panorama

Un po’ di storia…

La storia di Taormina segue l’andamento storico e culturale della Sicilia: la sua storia è la chiave per comprendere appieno tutte le bellezze di questa terra.

Taormina venne fondata nel 358 a.C dai greci con il nome di Tauromenion. La città si sviluppò come una tipica colonia greca: aveva un’agorà, un’acropoli costruita sul Monte Tauro, un teatro e il Bouleuterion, sede del consiglio cittadino.

Durante la dominazione romana furono costruite molte altre opere architettoniche che è possibile ammirare ancora oggi.

Il dominio bizantino successivo portò un periodo di gloria e felicità; infatti, dopo la caduta di Costantinopoli e la perdita di importanza della città di Siracusa, Taormina diventò la nuova capitale della Sicilia orientale.

Gli arabi giunsero sull’isola dal IX al XI secolo e, successivamente, furono sostituiti dai Normanni, provenienti dal nord Europa.

Taormina fu anche dominata dagli spagnoli e dai francesi.

Il susseguirsi di tutte queste civiltà, ha fatto sì che la città si convertisse in un luogo speciale, influenzato da culture e tradizioni diverse, che hanno contribuito a renderla un posto davvero particolare.

Oggi, Taormina è una meta turistica internazionale piuttosto esclusiva. Qui hanno soggiornato, nel corso dei secoli, personaggi famosi come Goethe, Truman Capote, D.H. Lawrence, Salvatore Quasimodo, Gabriele D’Annunzio, Gustav Klimt, Sigmund Freud, Liz Tayolr, Richard Burton, Greta Garbo e molti altri ancora…

A maggio, Taormina ha anche accolto il 43º vertice del G7, ovvero l’incontro informale tra le sette nazioni più industrializzate del mondo, al quale hanno partecipato Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti.

Continua a leggere

Imparare l’italiano in Italia: le domande più frequenti

Standard

Ciao a tutti!

italiaMolto spesso i miei alunni mi chiedono dei consigli per imparare l’italiano in Italia e per questo oggi ho deciso di dedicare un articolo a questo argomento, cercando di rispondere alle domande più frequenti su questo tema.

Prima di tutto, ci tengo a sottolineare che, secondo me, imparare una lingua direttamente nel Paese in cui si parla è fondamentale se si vogliono ottenere dei risultati migliori e duraturi.

È ovvio che con questo non voglio dire che solo chi si traferisce in Italia potrà parlare bene l’italiano; ma ho notato, sia per esperienza personale che attraverso il mio lavoro, che chi ha l’opportunità di trascorrere un periodo all’estero ed entrare quotidianamente in contatto con madrelingua, riuscirà ad ottenere un linguaggio meno artificiale, più vicino alla realtà, imparando delle espressioni e un vocabolario meno “didattico” e più naturale.

Quindi, se avete l’opportunità di farlo e le vostre finanze ve lo permettono, vi consiglio vivamente di andare in Italia per un periodo, anche solo per poche settimane, per mettere in pratica quanto già sapete e per imparare moltissimo di più stando a contatto con la gente del posto. L’ideale, poi, sarebbe quello di frequentare un corso di lingua direttamente in loco; che sia intensivo o per solo poche ore al giorno vi assicuro che noterete la differenza!

Ma vediamo quali sono le 3 domande più ricorrenti quando si pensa di andare a studiare l’italiano in Italia:

Continua a leggere